Comunità Montana Oltregiogo

COMUNITA' MONTANA VALLI STURA E ORBA

Via Convento 8 16013 Campo Ligure (GE)

Tel. 010921368 010920448 Fax 010920937

E.mail info@vallisturaorba.it

Itinerari da Arenzano

Da Arenzano al Parco del Beigua

TERRITORIO

 

Arenzano e Cogoleto fanno parte del Parco Regionale del Beigua insieme ad altri comuni dell’entroterra quali Campoligure, Masone, Rossiglione e Tiglieto.

Il territorio comprende anche il comune di Mele che è il primo è situato alle spalle di Voltri ed è famoso per le sue cartiere , antiche testimonianze di un passato industriale che sapeva sfruttare le risorse della natura, quali l’abbondanza di vento ed acqua e posizione strategica per i collegamenti con la costa.

Arenzano e Cogoleto sono rinomate località balneari, le prime mete di chi arriva dal Piemonte e dalla Pianura Padana, meta di vacanzieri anche giornalieri, attirano turismo variegato per la mitezza del clima e la comodità delle spiagge. Ma al di là dell’aspetto più noto è interessante addentrarsi oltre la costa per scoprire tesori naturali e tradizioni inaspettate.

Le ricchezze di Arenzano

Il paese vanta patrimoni naturalistici notevoli:

Parco di Villa Negrotto Cambiaso oggi sede del Comune, (www.comunediarenzano.ge.it) notevole per la varietà della vegetazione fra la quale passeggiare piacevolmente: lecci, cipressi, allori e pini, o ancora esemplari più rari come la tuia gigante, il cipresso calvo e il celofotasso incontrando papere, anatre e meravigliosi pavoni che faranno la ruota al vostro passaggio.

Una caratteristica meravigliosa di questo parco è la grande serra liberty, oggi restaurata e valorizzata per mostre e manifestazioni.

disegno della Serra di villa Negrotto Cambiaso

Da vedere sicuramente il grande Santuario, da sempre meta di tantissimi pellegrinaggi, dotato di un singolare presepe permanente fatto di statuine in ceramica di Albenga:

Il "Presepe Salino", dal nome dell’artista che lo realizzò, è un grandioso presepe collocato nei sotterranei della Basilica di Arenzano.

Santuario Basilica del S. Bambino di Praga

Santuario Basilica del S. Bambino di Praga

Piazza S. Bambino, 1

Tel. 010.912 73.86 Fax 010.912.42.18

Orario di apertura: 7.30/12.00 - 14.30/19.00

Seminario: tel. 010.9127113 - 9134505 (Priore Padre Gherardi)

Per visite e prenotazioni contattare il Santuario web: www.gesubambino.org email: santuario@gesubambino.org

MUVITA

Altra interessante tappa in Arenzano è il MUVITA Museo Vivo delle Tecnologie per l'Ambiente, un centro di animazione culturale di nuova generazione: www.muvita.it viale Marconi 165 località Terralba 16011 Arenzano (Ge) tel. 010.910001 e-mail: ecotecge@ecotec.it www.muvita.it

Questo strano museo è stato ideato per coinvolgere, sperimentare, comunicare, studiare, riflettere sull’'ambiente, è stato realizzato dopo undici anni dal più grave disastro del Mediterraneo : l'affondamento della motonave Haven con 144.000 tonnellate di petrolio, il cui relitto si trova nel golfo di Arenzano a 70 metri di profondità.

L'edificio che ospita Muvita, il cosiddetto "Casone", è di suggestiva bellezza. Costruito nel XVII secolo e adibito ad attività industriali (prima una cartiera, poi filanda), dal caratteristico tetto a forma di carena di nave rovesciata Il museo è strutturato su quattro livelli: i primi due sono le aree espositive, il terzo è destinato ai servizi di supporto (biblioteca, laboratorio biochimico, eccetera), il quarto ad Auditorium.

Escursioni

Alle spalle di Arenzano, all’interno del parco del Beigua potrete fare un'escursione accessibile a tutti e molto panoramica:

da Curlo al Passo della Gava

La gita inizia dalla strada che sale alla frazione Terralba, verso la località Curlo.La segnaletica da seguire sono due pallini rossi, il percorso richiederà in salita circa due ore e mezza per un dislivello di 450 metri.Da Curlo di prosegue per Vaccà dove si trova il Centro Ornitologico per studio e avvistamento dell'avifauna. Se sarete fortunati in primavera potrete vedere volteggiare bianconi, poiane e falchi. Il sentiero prosegue per Cima Ramà e prato Liseu.Qui si potranno notare dafne odorosa e viola bertoloni fra le rocce a scaglie dai colori che virano verso il verdastro (serpentiniti). Per una sosta troverete il rifugio Gilwell ( solo rifugio con camino per una sosta riparata) e quindi il Passo della Gava.

Cogoleto

Cenni storici

Secondo leggendarie tradizioni il toponimo Cogoleto sembra rifarsi alla locuzione latina “coquere lithos “, poiché, secondo tradizioni locali, fin dall' epoca romana, l’attività a cui si dedicavano gli abitanti era quella della cottura delle pietre nelle numerose fornaci locali, da cui ottenere la calce. A conferma di questa tesi esistono testimonianze di contratti per forniture di calce di Cogoleto, stipulati dalla Repubblica di Genova.

Ci sono poi le testimonianze dei trasporti effettuati da Cogoleto al porto di Genova, con attracco al così detto “ ponte della calcina “, ossia il ponte Calvi, per i carichi di calce destinata ai cantieri di costruzione dell'arsenale, del grandioso e prestigioso Palazzo Ducale , delle mura a difesa della città, di strutture assistenziali, come l'Albergo dei Poveri in Genova, o difensive, come la fortezza di Calvi in Corsica.

Le ricchezze di Cogoleto

Cogoleto non è solo lungomare e allora potremo ammirarne:

Orto Botanico di Villa Beuca

Via Beuca tel. +39 01091701 - 70250

E-mail: ortobotanico.beuca@libero.it

Dal lungomare di Cogoleto, seguire la SS Aurelia fino all'angolo con via Allegro (all'altezza del ponte ferroviario su torrente Rumaro). Seguire le indicazioni per Orto Botanico "Villa Beuca".

Sorto nel 2002, si tratta di un nuovo Orto Botanico finanziato con i fondi comunitari, che ospita circa 400 specie della flora mediterranea. E' gestito da una cooperativa. Visitabile ogni giorno a pagamento, qui viene offerta un'ampia panoramica sul mondo vegetale spontaneo della Liguria in un ambiente di oltre 16.000 metri quadri.

pinocchio meccanizzato

Le diverse sezioni dell’orto propongono ambienti diversi soprattutto quelli liguri come la scogliera e la macchia mediterranea, poi troveremo l’arbusteto submontano,il bosco mesofilo, la zona alpina, la zona mediterranea e delle roccaglie, tutte corredate delle piante che qui vivono e attecchiscono naturalmente.

 

Dopo Cogoleto e il suo bell’orto botanico di Villa Beuca, si risale la Valle Stura arrivando a Masone per visitare il Museo del ferro Andrea Tubino, a Campoligure dove l’arte della filigrana crea oggetti in oro e argento di squisita fattura, in esposizione nel Museo della Filigrana (www.museofiligrana.org).

 

All'interno del castello medioevale di Campoligure è stata allestita la fiaba di Carlo Collodi rappresentata in forma meccanica. La singolarità dell'opera rende questa rappresentazione un appuntamento a cui grandi piccini non possono mancare: visitare il "Pinocchio meccanizzato" significa rivivere i ricordi genuini della nostra infanzia. tel/fax 010 921055 www.pinocchiomecanizzato.it.

A Rossiglione dove in un singolare museo privato : il Museo Passatempo nel quale sono riuniti moto, cicli e oggetti più disparati del ‘900 (www.comune.rossiglione.ge.it).

Masone, Rossiglione e Campoligure fanno parte della Comunità Montana Valli Stura ed Orba e appartengono alle produttive Valli del Latte

Le Valli del Latte e Terre del Pesto

La ricchezza di pascoli rende uniche le valli Stura ed Orba per l’allevamento e la produzione di latte e prodotti caseari in genere, qui operano ben le 141 aziende agricole.

Logo Valli del Latte e Terre del Pesto

Le Valli del Latte sono anche un itinerario turistico, contrassegnato da un cartello con logo che vi guiderà alla scoperta della aziende produttrici, l’itinerario da seguire può essere autogestito, ma comunque è necessario prenotare le visite presso gli uffici IAT o il Consorzio ai recapiti:

- Ufficio IAT Valli Stura e Orba (Campo Ligure) tel. 010921055 e-mail prolococampo@yahoo.it;

- Consorzio Valle Stura EXPO (Rossiglione) - tel. 010924256

Giardino botanico di Pratorondanino

PRATORONDANINO è un piccolo insediamento di verde speciale inserito nel verde naturale di un’area parco più ampia, il Parco del Beigua, lungo l’itinerario delle Valli del Latte.

Questo luogo compare nelle carte geografiche ai primi del ‘900, il suo nome ha origine latina e sta a significare: “prato del mercato”, appunto “nundinae”, il mercato.

Il toponimo indica così l’antica funzione del luogo, luogo di scambi di merci, a metà strada tra costa e regioni interne. Oggigiorno i suoi numi tutelari d sono i componenti del “Gruppo Ligure Amatori Orchidee”, (GLAO), appassionati di orchidee spontanee, e di flora in generale.

Nel 1982 su iniziativa dei componenti della GLAO, si identifica il luogo e successivamente, con perseveranza ed entusiasmo si comincia a costruire il giardino e i suoi vari ambienti.

L’opera va avanti fino al 1990, fino al coinvolgimento della Provincia di Genova che sancì l’accoglimento del Giardino fra le Aree Protette.

Collocato nell’ambito di una meravigliosa zona prativa, di eccezionale vastità per la Liguria e di straordinaria bellezza, il Giardino è collocato fra piante ad alto fusto per una superficie di circa 6000 metri quadrati. La zona dipende dal Comune di Campoligure e si può raggiungere partendo da questa cittadina oppure da Masone.

Al suo interno una vastità di piante facenti parte di una attenta e amorosa ricerca fatta negli anni, le prime a sbocciare in primavera meravigliose orchidee…!

Una particolarità che rende ancora più appetibile alla visita il luogo è la presenza, accanto al giardino botanico, del maneggio e circolo ippico dove poter trascorrere ore piacevoli praticando sport o concedendosi una piacevole passeggiata, a piedi o a cavallo.

Circolo Ippico Pratorondanino Loc. Pratorondanino (Campoligure) 010 9670068

INSEDIAMENTI RELIGIOSI

Badia di Santa Maria dalla Croce – TIGLIETO

www.cistercensi.info/abbazie/abbazie

www.tiglieto.it

 

Meraviglioso esempio di Badia benedettina cistercense del 1120 , immersa nei boschi e nel silenzio di Tiglieto, località dell'entroterra genovese, a poca distanza da Sassello tra le terre di Alessandria e la Provincia di Genova . La badia è raggiungibile superato l’abitato di Casavecchia percorrendo la strada provinciale che collega Tiglieto con il comune di Urbe.

Fu la prima Abbazia cistercense costruita al di fuori del territorio francese.E’ stata recentemente restaurata con fondi messi a disposizione dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Genova e Imperia, dalla Provincia di Genova, e dall'Eremo del Deserto e il percorso botanico.

L’Eremo del Deserto di Varazze e il percorso botanico

L’EREMO Si trova nel Comune di Varazze, alla confluenza tra il Torrente Arrestra e il Rio Malanotte. Si raggiunge da Arenzano; verso Cogoleto, Sciarborasca e, al bivio, a sinistra verso l'Eremo del Deserto.

Il complesso ospita il convento seicentesco dei padri Carmelitani. L’edificio religioso è stato fondato fra il 1614 e il 1618 ed è il primo Eremo carmelitano italiano arco del Beigua Tutt’intorno si snoda un suggestivo percorso botanico ad anello di straordinario valore naturalistico.

Eremo del Deserto

Padri Carmelitani Scalzi

Via Deserto, 19 17019 Varazze (SV)

Tel.  019 918050 Fax 019 918082

Insediamenti Militari

Da Masone al Forte Geremia

Dalla Chiesa di Masone , alle spalle di Voltri, si risale la valle, passando tra case contadine e vecchi fienili ,per una gita facile e che ci offrirà meravigliosi panorami.

Accessibile anche dalla strada del Passo del Faiallo, non visibile, completamente mimetizzato, poco lontano dal tracciato dell’Alta Via dei Monti Liguri.

Il forte Geremia risale all'ultimo ventennio dell'Ottocento. Come nel caso di molti altre fortificazioni alle spalle di Genova, questo forte si erge a 800 metri di altitudine sul crinale del contrafforte appenninico con una veduta a 360 gradi sul Golfo Ligure, spaziando dal Monte di Portofino a Savona, dalla Pianura Padana al Monferrato.

Enogastonomia

Prodotti tipici

Accanto alla produzione del latte e dei formaggi queste valli producono ottimo miele e frutti di bosco acquistabili presso le aziende produttrici , spesso organizzate come agriturismi.

La cucina locale, è una cucina stagionale, che si arricchisce di funghi e paste fatte in casa, a seconda dei profumi delle stagioni, secondo i suoi cicli naturali.

Il Soffio di latte è una specialità casearia che si avvicina alla ricotta, ma ha una consistenza molto più soffice, ottenuta dal solo latte ad alta temperatura. Una ricetta semplice per un prodotto cremoso e dolce, che conserva in pieno il sapore del latte di origine. Prodotto con latte vaccino e sale.

Delizia della Valle Stura ottenuta dal latte vaccino proveniente dagli allevamenti della zona, con l'impiego di fermenti selezionati, caglio e sale, la Delizia della Valle Stura è un formaggio a pasta bianca, dalla consistenza molto cremosa, spalmabile.

Crescenza uno “stracchino” dal gusto delicato, dolce e burroso, l'ideale per la preparazione di focacce al formaggio della migliore tradizione genovese in special modo la focaccia di Recco.

Latte Fresco Pastorizzato Valli Genovesi Il latte crudo bovino giunge al Consorzio Valle Stura di Masone, proviene da allevamenti selezionati della Valle Stura e del Ponente genovese; stalle composte in genere da un numero ridotto di vacche di razza Bruna, allevate a foraggio naturale.

progetto latte crudo

Progetto LATTE CRUDO

In parte questo latte viene commercializzato dagli allevatori aderenti all’APA (Ass.Provinciale Allevatori) come latte crudo in distributori automatici collocati presso punti vendita o mercati rionali in tutta la città di Genova e delegazioni, incentivando il consumo di un prodotto genuino, controllato e sicuro, che conserva tutti i principi nutrizionali di un latte appena munto.

Miele

Ottima la produzione di miele per aziende di queste valli e del Parco del Beigua , che annualmente partecipano al Concorso Regionale Mieli dei Parchi della Liguria ottenendo ottimi piazzamenti, fra tutti gli apicoltori che operano nelle aree protette della Regione.Il miele qui prodotto ha le caratteristiche della flora del parco, che sono essenzialmente quelli di castagno, di acacia, di erica, di corbezzolo, di millefiori.

APIARIO VINAZZA

Via Vinazza, 16 16010 Tiglieto (GE)

Tel.: 010 929354 Fax: 010 93431152

La piccola azienda a conduzione familiare produce di mieli di Acacia, Castagno, Millefiori (primaverile) o di prato o millefiori chiaro, Millefiori estivo o di bosco o millefiori scuro, Erica

AME' D'MASUN di Ottonello Raffaele Via Europa 9 - MASONE (GE) –16010 tel: 010 9269101

Apicoltura Oliveri Vanina Via Vallecalda 164 - Campo Ligure (GE). tel. 010 921383

Ospitalità

DOVE MANGIARE

Sono moltissime le locande, i ristoranti sparsi per le Valli del Latte , ognuno di loro promuove i sapori di queste terre, denunciando l’amore per le proprie radici.

Osteria Vallebona

Strada per Capanne di Marcarolo km 3, 16013 Campo Ligure (GE)Telefono 010 920230

Soffici fiori di zucca castellati, peperoni ripieni con carne, “panizze” dui farina di ceci ,frittata di cipolla ed erbette lasagne al pesto genovese e tagliatelle al ragù d’asino, salsicce cotte con spezie ,insalata mista, roast beef con rucola e grana e poi crostata di marroni, panna cotta, torta di frutta con crema, gelato alla crema e frutti di bosco.

Locanda della Ferriera

Via Mazzini, 18 16010 - Rossiglione (GENOVA) www.locandadellaferriera.it

Una cucina ricca dei sentori del mare e della terra, con particolare attenzione alle produzioni locali in un ambiente caldo ed accogliente, molto curato, buona selezione dei vini. Spesso palcoscenico di spettacoli ed eventi musicali.

Ristorante Adriana

Via della Cappelletta, 25 MASONE Genova Tel. : 010 926022

Anche qui, sul Turchino, sullo splendido spartiacque sopra Voltri: antipasti a base di salumi, i ravioli, le pappardelle al sugo di lepre, i tagliolini ai funghi lasagne al pesto e cinghiale accompagnato da polenta e cima alla genovese. Vini rossi piemontesi.

Ristorante dei Cacciatori

Piazza due e tre Gennaio 16010 ROSSIGLIONE GE Tel: 010 925216

Azienda Agrituristica Dalpian il Sottobosco di Luca Dalpian

16010 Tiglieto (GE) loc. Acquabuona - tel./fax 010 929298

Accanto all’attività di ristorazione, soprattutto la vendita dei prodotti: frutta fresca (fragoline di bosco fragole mirtilli more ribes lamponi uva spina) confetture e marmellate, sciroppi, mile, sottoli, liquori , mostarde e condimenti.

Azienda Agrituristica Fonda di "Fonda Società Semplice"

Via al Deserto, 13 - 17019 Varazze (SV) - 350 m s.l.m. Tel. e Fax 019/918201 E-mail: agriturismo.fonda@libero.it

Ristorazione e vendita prodotti: formaggi, marmellate, prodotti orticoli, uova, miele e frutta di stagione.

Dove mangiare e dormire

Scovare luoghi ameni, nascosti nei quali apprezzare tranquillità e confortevole ospitalità non sarà difficile addentrandosi sulle alture alle spalle del mare, che spesso continua comunque a fare da sfondo. Inoltre questi luoghi ci offriranno prodotti nati qui, coltivati qui, che potremo portarci via una volta lasciati questi luoghi. Infatti i molteplici agriturismi e B&B aono anche fattorie e piccole aziende agricole.

Il posto delle fragole B&B

Via Val Lerone 48c Loc.Motta - Arenzano Tel 010 9113198 3475346620 www.ilpostodellefragole.com

Nella Val Lerone, nell’entroterra di Arenzano un tranquillo B&B e azienda agricola che propone i propri prodotti ortofrutticoli la cui filiera di qualità è controllata in modo preciso ed efficace. Inoltre propone la vendita di semilavorati freschi, essendo anche presente nel mercato settimanale del venerdì di Arenzano, con l’allestimento di un suggestivo banco tutto…vegetale!

Agriturismo Argentea

Via Val Lerone, 50 16011 Arenzano (GE) Tel e Fax +39 010 9135367 www.agriturismoargentea.com

In un vecchio fienile ristrutturato sorge l’agriturismo con le sue camere, accanto, all’attività di produzione biologica ortaggi e frutta, allevamento suini, caprini, ovini e animali di bassa corte, possibilità di visite didattiche.

Azienda Agrituristica Lavagè

Via Valle Gargassa, 100 "Panoramica Ciazze"Rossiglione (GE) Tel. 010/925880 Cell. 3473070662 E-mail: lavage@libero.it

Ospitalità, vendita formaggi e latte per questa azienda che ha fatto dell’allevamento e della produzione di formaggi la sua attività principale, essendo sempre presente anche nelle varie manifestazioni enogastronomiche della Regione.

La Maliarda B&B e Parco Avventura

Via Valle Gargassa 136A -16010 Rossiglione (GE) tel. 010.9239018 cell 348.5822602 e-mail: info@lamaliarda.com

La Maliarda è Parco Avventura, Orienteering, Agriturismo, Bed & Breakfast, Bed & Bike, Attività Benessere e Concerti, ma anche azienda agricola dedita alla coltivazione di alberi da frutto, frutti di bosco, piante officinali e ortaggi.

Per il latte

Azienda agricola Polverile di Andrea Cavanna

Via Val Gargassa 104 - Rossigione tel.  333 4609301

Le mucche di razza Bruna le cui produzioni di latte crudo sono quasi totalmente impiegate per la vendita diretta al consumatore, sono il fiore all’occhiello di questa azienda agricola qui presente da tre generazioni, e che ha lanciato la commercializzazione del latte crudo in distributori collocati in città.

Le Tradizioni

Ad Arenzano

Mare e Monti è una manifestazione di respiro internazionale che tutti gli anni vede lo sfondo del mare e il contorno dei monti sopra Arenzano coinvolgendo in 3 diversi percorsi di marcia.

Giungerà tra il 12 e il 13 settembre 2009 alla sua XXV edizione, fiore all’occhiello del paesino rivierasco che, in chiusura della stagione estiva, si riempie di stranieri di vita e animazione, non essendo più solo una corsa podistica di due giorni ma una costellazione di eventi che si allarga a tutta la settimana e oltre.

Comune di Arenzano - Ufficio Sport e Tempo libero

Tel. + 39 010 9138240 - 339 - Fax + 39 010 9138291

email: maremonti@comune.arenzano.ge.it

Il Biancone – Day

A marzo, un appuntamento rinnovato dal 2001, per appassionati birdwatchers, per avvistare sulle alture di Arenzano (loc. Vaccà), il Biancone (aquila dei serpenti), assiduo frequentatore del Parco del Beigua.

Occasione in collaborazione tra il Parco del Beigua e la LIPU-Birdlife International per avvistamento e censimento del rapace, in quest’area considerata di grande importanza a livello nazionale, per questa specie protetta.

A Rossiglione

Sagra del Formaggio

Ormai consolidato appuntamento a maggio , presso l'area Expo della Valle Stura ed Orba a Rossiglione, due giorni di mostra-mercato delle produzioni casearie con numerose iniziative ed eventi di contorno. Ma non solo formaggio per questa manifestazione, anche altri prodotti liguri quali: miele, conserve e vini.

Associazione Le valli del latte

Tel.. 010 921368-Fax 010 920937 info@vallidellatte.it www.cmvallisturaorba.it

EXPO della Valle Stura

Altro appuntamento ormai , un’esposizione di tutte le attività produttive della zona, con presenza dei produttori, degustazioni, mostre ecc.

Per info contattare la Comunità Montana

VALLI STURA E ORBA

Via Convento 8 16013 Campo Ligure (GE)

Tel. 010921368 010920448 Fax 010920937 E.mail info@cmvallisturaorba.it

 

Torna all'inizio